Molte persone mi contattano per un dolore comune, cioè quello del nervo sciatico, il nervo più lungo e voluminoso del corpo, che va dalla parte bassa della schiena fino al piede, lungo la parete posteriore della coscia.

Quando c’è un’infiammazione di questo nervo il dolore si percepisce a vari livelli e su tutta la gamba. 

Una precisazione che tengo a fare è che, nascendo nella zona del gluteo, è in stretta unione con il muscolo piriforme e può capitare che sia quest’ultimo ad essere indolenzito e non il nervo sciatico stesso. 

La posizione che ti mostro agisce sia sull’uno che sull’altro. 

Continua a leggere

libera

Uno dei quattro cammini principali dello yoga è chiamato Bhakti Yoga, lo yoga del cuore, dell’amore e del perfezionamento verso noi stessi e verso gli altri.

In questo particolare periodo storico dobbiamo coltivare proprio la devozione, intesa come un vero e diretto rapporto con il divino, dentro e fuori di noi.

E’ un’opportunità per lasciare andare tutto ciò che riguarda il mondo esterno e portare l’attenzione nel nostro sacro Io. E’ un’ occasione per allenarci ad esplorare ed apprezzare ciò che abbiamo nel profondo, la nostra essenza di luce.

Continua a leggere

Avere tensioni al collo e le spalle “chiuse” è una modalità abbastanza comune che influisce sulla postura, sul modo di respirare e sui dolori alla schiena.

Molte persone tendono a curvarsi in avanti e questo atteggiamento fisico, con il tempo, può diventare un problema perchè la colonna vertebrale perde la curva naturale.

Per questo motivo è buona abitudine fare alcuni esercizi per contrastare questa chiusura del petto e mantenere le spalle ben aperte. Continua a leggere

Quando pratichiamo yoga, a volte, può capitare di avere dolori alle ginocchia e per evitare che questo accada è utile sapere come prevenire questo disagio evitando le posture sbagliate e aiutandosi con dei supporti.

Parto dal presupposto che durante la pratica è importante percepire il fisico nel suo insieme e sentire la connessione tra le varie parti del corpo. E’, dunque, fondamentale mantenere gli allineamenti ed un’adeguata simmetria, soprattutto quando si lavora con i muscoli delle gambe.

Continua a leggere

 

I ritmi di vita a cui siamo sottoposti oggi sono spesso la causa di mal di testa, insonnia, crisi di ansia, sbalzi di pressione o malattie più gravi.

Attraverso la pratica delle posizioni, di tecniche di respirazione e della meditazione ti alleni a dare sollievo al sistema nervoso e impari a dominare gli stati di ansia e di stress.

Quello che ho appreso con la mia esperienza, è che non serve tanto tempo al giorno ma ciò che più conta è la costanza.

Lo stress è spesso causato da fattori psicologici e da un sovraccarico mentale che ci fa percepire tutte le attività quotidiane come faticose e non superabili. Continua a leggere

Spesso durante le lezioni, quando chiedo agli alunni di sedersi a gambe incrociate, noto la difficoltà nel mantenere la posizione a lungo e senza sforzo, condizione necessaria per praticare con concentrazione.

Ho potuto sperimentare su me stessa che, se la mente è focalizzata sul dolore o sul fastidio perchè la posizione risulta disagevole, è più difficile percepire i benefici della pratica. L’ideale è arrivare ad avere una posizione comoda senza pensarci.

Per fare questo è necessario allenare le nostre anche a rimanere aperte e rilassate. Continua a leggere

La vita frenetica che svolgiamo oggi è spesso causa di mal di schiena

L’errore che a volte si commette quando c’è questo disagio è quello di prendere un antidolorifico per anestetizzare il dolore e continuare a fare la vita normale. Secondo la mia esperienza è necessario rallentare e ascoltare il tuo corpo, perchè ti sta dando un messaggio. Continua a leggere

Uno dei problemi più frequenti oggi giorno è il dolore alla schiena causato da fattori di varia natura; io, per esempio, ho sofferto per anni di forti mal di schiena a causa di un importante scoliosi che avevo da bambina e che ho corretto con lo yoga

Un suggerimento che voglio darti per evitare di bloccarti e per mantenere il corpo flessibile, è di fare movimento almeno due volte alla settimana, anche solo per 20 minuti e personalmente ti consiglio lo yoga in quanto a me è servito per contrastare l’irrigidimento dei muscoli della schiena, che spesso sono la causa principale di questo disagio.

Ma attenzione non tutto il movimento fa bene e, allo stesso modo, non tutte le posizioni dello yoga sono consigliate. Ci sono alcune posizioni che ti aiutano a sciogliere interamente la colonna vertebrale e la muscolatura circostante come, ad esempio, Marjariasana, il gatto che si stira, una posizione semplice e molto efficace sia per il dolore alla schiena che per il mal di testa, spesso causato proprio dalla tensione presente sul collo, sulle spalle e sulla schiena. 

Praticando questa posizione con regolarità, in poche settimane ti accorgerai dei suoi benefici.

Colgo questa occasione per raccontarti un pezzo della mia storia: un professore delle medie si è accorto che avevo la scoliosi e da quel momento in poi è iniziato un lungo periodo di visite, ginnastica correttiva, restrizioni e busto milwaukee. Ne hai mai sentito parlare? Un vero e proprio strumento di tortura moderno 🙁

Per anni mi è stato vietato di fare sport, potevo praticare solo nuoto e in particolare “stile rana” (tutti concetti che oggi sono stati smentiti!!) così in pochi anni ho perso elasticità, cosa che non aiuta né per la scoliosi né per il mal di schiena. Ad un certo punto mi sono ribellata ed ho ripreso a fare movimento, sapevo che era la cosa più giusta: più mi muovevo più mi sentivo meglio, sia nel fisico che di umore :-). L’incontro con lo yoga è avvenuto più tardi ma avevo già compreso, sperimentandolo sulla mia pelle, l’importanza del contatto con il proprio corpo. Ero io la responsabile di me stessa, delle mie azioni, del mio benessere. Non volevo lasciare che altri prendessero decisioni per me, soprattutto per la mia salute fisica e mentale.

Ricordo che, inizialmente, la mia famiglia non era molto contenta della scelta di non farmi più seguire da ortopedici e dottori, pensando che avrei peggiorato la mia situazione. Oggi, i miei cari vedono i risultati delle mie scelte e comprendono che avevo ragione. Il benessere fisico si ripercuote anche su quello mentale… sulle relazioni… e sulla vita sociale.

Ho condiviso questa parte di vita con te perché credo che la mia storia sia simile a quella di tanti altri, fatta di dubbi, paure, convinzioni sbagliate, timore di ferire gli altri… eppure posso dirti, sempre secondo la mia esperienza, che seguire il sesto senso porta sempre a fare le scelte giuste, quelle che ti fanno sentire bene, che ti rendono felice, entusiasta e connesso con ciò che ti circonda.

Se vuoi condividere la tua esperienza con me lascia un messaggio qui sotto.

Namaste ♥

♥ Eleonora