I ritmi di vita a cui siamo sottoposti oggi sono spesso la causa di mal di testa, insonnia, crisi di ansia, sbalzi di pressione o malattie più gravi.

Attraverso la pratica delle posizioni, di tecniche di respirazione e della meditazione ti alleni a dare sollievo al sistema nervoso e impari a dominare gli stati di ansia e di stress.

Quello che ho appreso con la mia esperienza, è che non serve tanto tempo al giorno ma ciò che più conta è la costanza.

Lo stress è spesso causato da fattori psicologici e da un sovraccarico mentale che ci fa percepire tutte le attività quotidiane come faticose e non superabili.

Personalmente, quando ne ho avuto bisogno per ritrovare forza e fiducia in me stessa, ho adottato il metodo di fare yoga e meditazione per poco tempo ma ogni giorno. In questa maniera ho creato una consuetudine facile da realizzare e utile per la mia mente, che mi ha dato la possibilità di ritrovare pian piano la vitalità nello svolgere le mansioni senza stress.  Oggi non ne posso più fare a meno.

Ti suggerisco di praticare una sequenza facile o solo qualche posizione per dieci o quindici minuti al giorno, ma ogni giorno, in modo da creare un’abitudine e dare un ritmo funzionale alle tue giornate.

Un esempio è il Saluto Al Sole che, a seconda della tua preparazione, puoi ripetere una sola volta o seguendo i multipli di tre: 3, 6, 9, 12 volte.

L’IMPORTANZA DELLA COSTANZA

A volte si confonde la costanza con la routine, ma sono concetti molto diversi e con esiti differenti sulla nostra vita: la routine e la monotonia posso renderci apatici mentre la stabilità nel portare avanti un impegno è benefica per corpo, mente e spirito. Almeno per me è stato così e tutt’ora mi da tanta grinta e autostima, perché consiste nel prendere un impegno con me stessa e mantenerlo, anche quando la stanchezza ha il sopravvento. Quello che ho constatato negli anni è che, alla fine, la perseveranza è premiata ed io mi sento sempre meglio.

Alcuni dicono che il cervello ha bisogno di 21 giorni per abituarsi ad un nuovo ritmo, altri consigliano un mese. C’è anche chi sostiene che per avere un cambiamento duraturo nel tempo sono necessari 60 giorni consecutivi. A chi dare ragione? Al tuo cuore e alla tua motivazione di voler migliorare qualcosa di te stesso e della tua vita.

Il cambiamento inizia con il primo passo e le ragioni che ti spingono a farlo sono quelle che ti daranno la fermezza, il coraggio, la pazienza di continuare anche quando non ti andrà.

La tecnica che ti ho suggerito è molto semplice e veloce, potresti pensare che dieci minuti sono nulla e non è possibile trarre dei benefici ma, mettendo in azione il corpo e sopratutto la mente, ben presto cambierai la tua predisposizione mentale verso le situazioni che dovrai affrontare, verso gli ostacoli che incontrerai e verso le tue stesse idee.

Passo dopo passo, giorno dopo giorno, ti potrai rendere conto della bellezza che trovi nelle piccole azioni, nei piccoli spazi che ti crei e nel tempo dedicato a te stesso.

 

Namaste ♥

 

Eleonora 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *